5 scoperte mediche che stanno modificando il nostro presente (e il nostro futuro)

5 scoperte mediche che stanno modificando il nostro presente (e il nostro futuro)

Le macchine volanti di “Ritorno al futuro”  nel 2015 non si sono viste e molto probabilmente non vedremo neanche gli androidi “Nexus 6” nel 2019 così come ci anticipava Blade Runner, ma ciò non significa che il futuro che stiamo vivendo, in qualche sua forma, non ci abbia davvero stupito.

Per questo oggi vi proponiamo una gallery di 5 scoperte mediche recenti che avranno davvero un impatto sulle nostre vite e che fino a qualche tempo fa sembravano solo fantascienza

1. Ossa “biologiche” stampate in 3D

Ossa stampate in 3d

Sebbene gli impianti ossei artificiali non siano una novità, di recente sono state sviluppate tecniche ancora più avanzate ed incredibili. Bob Pilliar dell’Università di Toronto ha messo a punto una tecnica che ricostituisce il telaio “poroso” a partire da due elementi: cellule staminali del paziente (da cui ricavare il materiale a base di carbonato di calcio da cui partire) e stampa 3D per replicare la complessa struttura dell’osso. Le ossa artificiali di Pilliar non sono esattamente dei sostituti ma delle copie di ossa vere.

 

2. Micro Pacemaker

Micro Pacemaker

Il primo pacemaker  fu impiantato per la prima volta nel 1958 e non era affatto un oggetto discreto. Oggi la Medtronic – leader mondiale nella produzione di dispositivi medici – ha annunciato la fine dello sviluppo e l’inizio della fase di approvazione di un pacemaker delle dimensioni di una pillola vitaminica, il cui impianto potrebbe essere non più fastidioso di una semplice iniezione.

3. Cartilagine in Bio-vetro

Cartilagine artificiale in Bio vetro

La cartilagine è un tessuto molto complesso che il nostro corpo non rigenera con facilità (anzi si può dire che non viene rigenerato affatto). Per questo motivo l’Università di Milano Bicocca sta sviluppando un materiale assimilabile ad un “bio-vetro”: un una struttura polimerica in silice che “mima” in maniera più che soddisfacente il comportamento di una cartilagine vera.

4. Muscolo artificiale autoriparante

Muscolo artificiale autoriparante

Non ancora ultimato, ma il muscolo artificiale su cui il chimico di Standford Cheg-Hui Li avrà proprietà uniche, forse migliore persino di uno vero,  che sarà la base per la creazione di un muscolo artificiale. Avrà infatti la capacità di allungarsi 40 volte rispetto alla sua dimensione a riposo, oltre ad avere proprietà di auto-rigenerazione che consentiranno alla struttura di riparare eventuali buchi (strappi) autonomamente entro 72 ore.

5. Cuore artificiale “fantasma”

Cuore fantasma

Di cuori artificiali si sente parlare spesso, ma di cuori “fantasma” quasi mai. Il cuore fantasma è un’invenzione della scienziata Doris Taylor, direttore della sezione di medicina rigenerativa del Texas Heart Institute.

In breve il cuore di un animale – maiale in genere – viene immerso in un bagno chimico che lo “pulisce” di tutte le cellule eccetto che per le proteine. Ciò che rimane è il cosiddetto “cuore fantasma”, nel quale potranno essere iniettate le cellule staminale del paziente che necessita del trapianto. Il risultato di questo processo è un cuore nuovo, che viene interpretato dal corpo come fosse un organo “originale”.

 

Autore

Pharmawizard 292 posts

Pharmawizard è il servizio digitale gratuito - app e desktop - che risolve il problema della ricerca di informazioni affidabili sui farmaci. Con Pharmawizard è possibile avere sempre a portata di mano la soluzione intelligente per gestire al meglio i propri farmaci e tutelare la propria salute.

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You might also like