5 trucchi per utilizzare al meglio il tuo frigo

5 trucchi per utilizzare al meglio il tuo frigo

Di Giulia Vincenzo – Nutrizionista

Dopo aver visto le differenze e caratteristiche di surgelazione e congelamento, vediamo ora brevemente i punti fondamentali che caratterizzano la refrigerazione, ovvero la conservazione degli alimenti nel frigorifero di casa.

Per il corretto mantenimento degli alimenti è bene tenere presenti alcune regole fondamentali, che mirano a mantenere la qualità dell’alimento in termini di sapore e consistenza e soprattutto a livello di igiene.

1. Temperatura

Sembra una cosa banale, ma bisogna controllare sempre che la temperatura ‘’dichiarata’’ dal frigorifero sia quella effettiva mettendo ogni tanto un termometro per verifica.

2. Dalla padella al frigo: giammai!

Non riporre mai alimenti ancora caldi, provocherebbero un innalzamento della temperatura, riducendo così la conservabilità degli alimenti refrigerati.

3. Il frigo delle meraviglie

Non riempire eccessivamente il frigorifero, per garantire una buona refrigerazione alla giusta temperatura l’aria deve poter circolare al suo interno.

4. Sigillato è bello

Chiudere sempre gli alimenti in contenitori o coprire il piatto con pellicola, evitiamo così la contaminazione e il passaggio di odori tra alimenti diversi (vi consiglio di non provare… ).

5. Crudi e Cotti = Guelfi e Ghibellini

Tenere sempre separati gli alimenti crudi dai già cotti e gli alimenti appartenenti a diverse categorie

Il frigo per professionisti

Ancora una cosa: i tempi indicativi di conservazione in frigo di alcuni alimenti (tra 4-5°C) dovrebbero essere:

  • Pesce 1 giorno, crostacei e gamberetti poche ore
  • carne bovina 2-4 giorni;
  • carne suina 1-3 giorni;
  • carne macinata 12 ore;
  • uova 1 mese;
  • insaccati e affettati 4-6 giorni;
  • formaggi fresco 5 giorni;
  • formaggio stagionato 2 mesi;
  • verdure fresche 1-3 giorni;
  • legumi freschi 3-5 giorni;
  • frutta (mele) 1-3 settimane.

Un “fresco” saluto.

Autore

Giulia Vincenzo 19 posts

Laureata all’Università Sapienza di Roma in Scienze Biologiche e in Biologia Applicata alla Ricerca Biomedica, con Master di II livello in Dietetica e Nutrizione all’Università Cattolica del Sacro Cuore – Policlinico Gemelli (Roma). Oggi lavora come nutrizionista e continua a studiare e aggiornarsi per capire a fondo i meccanismi dell’uso dei nutrienti e relative patologie per poter aiutare sempre meglio chi ne soffre. Ha un sito personale (www.giuliavincenzo.it) e gestisce la pagina Facebook “Mangiare intelligentemente“.

1 Comment
  1. Anonimo
    gennaio 07, 10:09 Reply
    I vostri articoli li leggo sempre con piacere in quanto molto utili, ma debbo esprimere il mio disappunto sulla foto scelta per questo. Che significa mettere la foto di una ragazza chinata con il sedere di fuori? Lo ritengo' offensivo per le donne.

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You might also like

Mangiare Intelligentemente
Mangiare Intelligentemente
Mangiare Intelligentemente