L’ acqua minerale favorisce la digestione, quale bere?

L’ acqua minerale favorisce la digestione, quale bere?

Assicurare al nostro organismo il giusto apporto di acqua, secondo il nostro fabbisogno idrico giornaliero, è di vitale importanza per la nostra salute.

L’acqua agisce su tutti i processi metabolici, compresa la regolazione della temperatura corporea e i processi di disintossicazione.  Se garantiamo un costante e corretto apporto idrico al nostro corpo, evitiamo di stressate l’intestino, che in mancanza di acqua è costretto a lavorare all’estrazione di liquidi dal cibo ingerito, sovraccaricando in questo modo i reni. Per questo motivo tutti noi dovremmo bere ad intervalli regolari nell’arco di tutta la giornata e non soltanto quando avvertiamo lo stimolo della sete.  

Assumere un’adeguata quantità di acqua durante i pasti, inoltre, favorisce i processi digestivi. L’acqua, infatti, migliora la consistenza degli alimenti ingeriti e contribuisce quindi al movimento degli alimenti lungo l’intestino.

Acqua e digestione, quale acqua minerale bere per favorire i processi digestivi?

Innanzitutto, l’acqua dovrebbe essere bevuta a temperatura ambiente, la temperatura preferita dal nostro organismo.

In generale, per favorire la digestione, sono consigliate le acque bicarbonato calciche, a residuo medio-fisso e ricche di magnesio e solfato. Quando beviamo, i bicarbonati presenti nell’acqua agiscono sullo stomaco, mentre i solfati aiutano le  cellule del fegato nella loro secrezione biliare. I sali biliari hanno una funzione importante non solo nella fase di digestione e di assimilazione, ma anche nel mantenimento di una corretta funzionalità intestinale che,  se compromessa, può portare a disordini gastrointestinali, come la sindrome del colon irritabile.

Per digerire le proteine della carne, è più indicato bere l’acqua effervescente. Questo grazie all’anidride carbonica in essa presente, che stimola la circolazione sanguigna della parete gastrica, aumenta l’afflusso di sangue alle ghiandole dello stomaco e consente la produzione di più elevate quantità di succhi digestivi. Oltre ad offrire quella sensazione di “pulizia” della bocca.

Acqua e digestione, esiste la “carta delle acque”

Sapevate che esiste una “carta delle acque”, proprio come quella dei vini? Ci sono, infatti, acque minerali naturali più adatte alla carne, acque minerali da abbinare al  pesce, e quelle da bere invece con il dolce. In Italia esiste a un’associazione, l’ADAM, Associazione Degustatori di Acque Minerali, che forma i cosiddetti ‘idrosommelier’, esperti degli accostamenti acqua-cibo.

Nella carta delle acque, per la carne viene consigliata un’acqua effervescente. Al pesce, invece, è meglio abbinare acque “piatte”, senza bollicine, per evitare interferenze con un alimento dal gusto così delicato. Con i dolci  è meglio bere un’acqua con una leggera effervescenza e con un basso residuo fisso.

Cristina Caramma

Autore

VediamociChiara 48 posts

VediamociChiara è il blog dedicato alle donne che vogliono saperene di più sulla salute propria e di tutta la famiglia. I temi trattati sono vari: contraccezione, età fertile, perimenopausa, cure per l’infertilità, pillola del giorno dopo, nutraceutici, farmaci di nuova generazione, terapie per la cura dell’acne o della sindrome dell’ovaio policistico, iniziative benefiche come la Race for the Cure di Komen Italia.

Lascia il tuo commento

You might also like

Mangiare Intelligentemente
Mangiare Intelligentemente