L’allattamento al seno è un contraccettivo

L’allattamento al seno è un contraccettivo

Forse molti non lo sanno, ma c’è un legame scientificamente provato tra allattamento e contraccezione. Sicuramente molte persone penseranno che si tratti dell’ennesima diceria, una leggenda metropolitana che può trarre in inganno le coppie che vi si affidano ingenuamente. Invece no.
Infatti l’allattamento esclusivo al seno può essere un efficace metodo di pianificazione delle nascite, con una sicurezza sovrapponibile a quella delle principali pillole progestiniche consigliate durante l’allattamento, ma bisogna fare attenzione.
Sebbene la validità di questa ” tecnica” sia stata dimostrata da studi scientifici, è fondamentale che alcuni criteri siano rispettati con rigore affinché la percentuale di sicurezza del metodo non scenda al di sotto del 98%.

Allattamento e contraccezione: quale relazione?

L’allattamento deve essere esclusivo, il che comporta il divieto di introdurre altri alimenti o bevande nell’alimentazione del bambino. Inoltre è necessario che il bimbo richieda il seno con un intervallo che non superi le 3-4 ore durante il giorno e le 6 ore durante la notte: questo per garantire una costante produzione di prolattina, l’ormone che “mette in pausa” le ovaie.
Altro importante criterio prevede l’assenza di perdite ematiche che possano far pensare ad un ripristino della normale funzionalità ormonale; solitamente il primo ciclo mestruale è definito “capo parto” ed è, molto spesso, un primo avviso del cambiamento in corso, un segnale che il corpo sarà presto pronto ad accogliere una gravidanza.
Se tutte queste piccole regole vengono rispettate, l’allattamento sarà un ottimo contraccettivo per i primi 6 mesi di vita del neonato.

Contraccettivo a scadenza

Infatti il metodo ha una validità temporanea: dopo 6 mesi la percentuale di efficacia inizierà a scendere e, molto spesso, il primo segnale è proprio il ritorno del ciclo mestruale.
Perciò, se utilizzato con attenzione, l’allattamento al seno acquisisce un’ulteriore potenzialità.

Scrivi a Selvaggia: perrone.ostetricia@gmail.com

Autore

Selvaggia Perrone 5 posts

Sono un’Ostetrica Libero professionista, appassionata ed impegnata nell’assistenza dei parti a domicilio e di tutte le donne che ho la fortuna di accogliere nel mio studio privato. Mi sono laureata con Lode all’Università degli Studi di Parma nel 2012 e lavoro in Valle d’Aosta con importanti collaborazioni per la zona del nord del Piemonte. Mi interesso di medicina antroposofica come supporto per la naturalità della gravidanza e dell’evento nascita, ma faccio affidamento ad analisi del genoma prenatali nel caso in cui risulti necessario. Scrivo per la rubrica di benessere sul settimanale della mia regione (Gazzetta Matin) e per qui sul blog di Pharmawizard.

You might also like