Allergia al nichel. Tutto quello che c’è da sapere

Allergia al nichel. Tutto quello che c’è da sapere

I casi negli ultimi anni sono in aumento e sembra che i cibi sempre più assumano un ruolo fondamentale nell’insorgere di questa patologia. Parliamo di allergia al nichel o precisamente di Sindrome da Allergia Sistemica al Nichel (SNAS). Tende a colpire maggiormente le donne rispetto agli uomini provocando reazioni allergiche al contatto con il nichel, sia all’esterno, ad esempio a causa di oggetti che lo contengono, sia all’interno, per via di alimenti che sono ricchi di questa sostanza.

Quali sono i sintomi più comuni?

L’allergia al nichel può presentarsi con intensità differenti e può manifestarsi a causa del contatto della pelle con oggetti e prodotti che contengono nichel, come cerniere, bottoni metallici o detergenti o nel momento in cui si ingeriscono alcuni alimenti che lo contengono. Lo si trova maggiormente in alimenti quali lenticchie, fagioli, cacao, nocciole, liquirizia e in minore quantità in asparagi, spinaci, cipolle, funghi, kiwi, pomodoro. Le reazioni ed i sintomi possono variare da persona a persona e in base all’intensità dell’allergia al nichel.

Ciò che occorre ricordare è che l’allergia al nichel è un’allergia da accumulo, ossia la reazione è scatenata da una concentrazione piuttosto elevata dell’elemento assorbito dal corpo. Ciò significa che in alcuni soggetti anche una minima quantità di nichel può scatenare i sintomi.

Tra i sintomi più comuni di allergia al nichel troviamo:

  • Arrossamento della pelle, dermatiti, desquamazioni e bruciore
  • Prurito, orticaria e comparsa di piccole pustole
  • Nausea e vomito
  • Mal di testa, capogiri e vertigini
  • Insonnia, difficoltà ad addormentarsi
  • Aumento o perdita di peso apparentemente immotivati
  • Problemi respiratorie tachicardia
  • Afte e infiammazioni della bocca e delle gengive
  • Gonfiori addominali, gastrite, colite o stipsi
  • Stanchezza e malessere generale

Alcuni utili consigli

Se soffri di allergia al nichel evita o limita, solo se necessario e sempre dietro consulto medico, gli alimenti a cui si è scoperto di essere più sensibili. Attenzione anche ai cibi in scatola e alle bevande in lattina, oltre a scegliere stoviglie per cucinare in vetro pyrex o in acciaio inox garantito nichel-free.

In caso di allergia al nichel da contatto fai  attenzione ad accessori metallici, compresi bottoni dei jeans, cerniere, orecchini e gioielli in generale e scegli sempre prodotti nichel tested per la cura della persona (creme, shampoo, saponi…).

Autore

BuongiornoDottore 5 posts

BuongiornoDottore è la prima Community gratuita dedicata alle informazioni mediche online dove puoi visualizzare video-corsi e apprendere consigli medici direttamente da professionisti del settore. Su BuongiornoDottore c’è tutto ciò che ti serve per aumentare la tua conoscenza in ambito medico-sanitario.

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You might also like