Aloe: la pianta miracolosa

Aloe: la pianta miracolosa

L’aloe è una pianta la cui storia si perde nella notte dei tempi: si pensi che gli Egiziani la consideravano la pianta dell’immortalità, sia sotto l’aspetto simbolico (veniva piantata all’ingresso delle piramidi per indicare ai Faraoni la strada per la terra dei morti) e sia sotto l’aspetto pratico, dal momento che il succo veniva mescolato alla mirra e ad altre essenze per ottenere un prodotto indispensabile per il processo di mummificazione.

Ne esitono di diverso tipo: Aloe Vera, Aloe Saponaria, Aloe Aristata, Aloe Succotrina, Aloe Ferox, Aloe  Chinensis, Aloe Arborescens, ma ciò che le accomuna è il prediligere climi caldi e secchi, nonché la loro spiccata capacità nel crescere dove tutte le altre piante morirebbero.

Possiamo definirla  “miracolosa” non solo per tutte le proprietà che racchiude ma anche per la capacità di richiudere quasi istantaneamente qualsiasi danno all’epidermide, impedendo così la fuoriuscita di acqua.

Il segreto sta nella foglia

La forza miracolosa di questa pianta risiede nella sua foglia, la parte più importante, oggetto di raccolta e vera e propria dispensa di tutto quello che serve alla pianta stessa per sopravvivere in condizioni climatiche, ambientali estreme. La foglia è costituita da:

un involucro esterno, chiamata Lamina Fogliare o Epidermide fogliare nel quale ritroviamo dei fasci vascolari che contengono il SUCCO. La funzione di tale struttura è quella di produrre il succo, intrappolare le sostanze nutritive e proteggere le risorse della pianta stessa

– all’interno della lamina fogliare, la foglia dell’aloe è carnosa e corposa grazie al famoso GEL nel quale sono contenuti composti polisaccaridici e attivi di vitale importanza per la sopravvivenza della pianta stessa

Qual è la sua ricchezza?

La foglia di questa pianta rappresenta una vera e propria ricchezza grazie alla quale la stessa aloe è ritenuta l’unica specie medicinale più longeva e persistente sulla faccia della Terra. Ritroviamo:

zuccheri semplici come glucosio e fruttosio

amminoacidi: addirittura 18 amminoacidi quali isoleucina, leucina, lisina, metionina,arginina, glutammina i quali garantiscono alla pianta la cicatrizzazione dei tessuti e la stimolazione della fagocitosi

minerali come calcio, potassio, zinco, potassio, magnesio, rame, cromo , ferro, fosforo e selenio

vitamine: molte vitamine del gruppo B (tiamina, riboflavina, niacina), vitamina A, vitamina C, D, E, acido folico e colina

steroidi vegetali e ormoni vegetali: interessante la presenza dell’acido salicilico che svolge un’azione analgesica e antinfiammatoria

lignina: sostanza che ha l’abilità di far penetrare in profondità nella pelle i nutrienti contenuti nel gel fungendo da trasportatore

Ed altre sostanze quali polisaccaridi, enzimi, saponine

I benefici sul nostro organismo

L’aloe può essere utilizzata sia per via sistemica che per via topica con le seguenti azioni:

– AZIONE DEPURATIVA: l’aloe è in grado di disintossicare l’organismo dalle tossine ed i suoi saccaridi, aderendo alle pareti dell’intestino formano una barriera protettiva impedendo l’assorbimento di sostanze dannose

– AZIONE IMMUNOSTIMOLANTE: l’aloe contiene l’acemannano, uno zucchero dalle proprietà antivirali, antinfiammatorie e antitumorali in grado di stimolare la produzione di macrofagi, globuli bianchi che potenzialmente combattono le cellule tumorali

– AZIONE DIGESTIVA: stimola la flora batterica e l’eliminazione degli scarti metabolici, migliorando l’assorbimento delle sostanze nutritive.

– AZIONE LENITIVA: l’aloe offre un sollievo immediato alle punture di zanzare e altri insetti, di meduse e di ortica. Inoltre è indicato in tutti i casi di irritazione, eritemi solari, abrasioni dermiche, pelle arrossata e scottature da sole e forno

– AZIONE IDRATANTE: grazie alla presenza del pool di sostanze funzionali, l’aloe è un ottimo trattamento in dermocosmetica in quanto minimizza il rischio di allergie e irritazioni, svolgendo un’azione emolliente, idratante e dermoattiva. È infatti utilizzata in creme, saponi, bagnoschiuma

– AZIONE CICATRIZZANTE: utilizzata per via sitemica è utilissima per ricucire danni a livello dello stomaco, favorendo i processi riparatori della mucosa gastrica aggredita in casi di patologie quali reflusso, ulcera, acidità gastrica. A livello topico è ottimo per richiudere ferite anche aperte causate da tagli, ustioni favorendone l’azione antimicrobica.

I poche parole, accanto alle solite piante e fiori anche domestici, da oggi piantatevi un’aloe acasa come toccasana epronto soccorso, senza sottovalutare che il suo (raro) fiore è molto bello e decorativo!

Autore

Eloisa Mauri 20 posts

Laureata in Farmacia con tesi sperimentale in ambito oncologico e biologia molecolare mi sono appassionata a ricercare soluzioni mirate alla Salute, al Benessere e alla Cura di chi incontro: il mio motto è “Quanto piu’ gia’ si sa, tanto piu’ bisogna ancora imparare” ecco perche’ ho da subito allargato i miei studi diventando Farmacista esperta in Fitoterapia, Medicina Omeopatica e Bioterapie integrate, specializzandomi in Dermocosmesi, Tricologia e Kutologia, appronfondendo la mia formazione con la specializzazione in tecniche di make-up correttivo e camouflage.

1 Comment
  1. Anonimo
    maggio 18, 23:11 Reply
    Interessante!! Complimenti sei bravissima ... Mi piace quello che publichi è un aiuto x la nostra salute !!!!! Grazie

Lascia il tuo commento

You might also like