Antistaminici naturali contro le allergie primaverili

Antistaminici naturali contro le allergie primaverili

Gli antistaminici naturali possono essere un rimedio più gentile per le allergie primaverili rispetto a quelli chimici e più noti reperibili in farmacia. Ma quali sono? Vediamolo insieme.

Che cos’è l’istamina?

Innanzitutto, dobbiamo sapere di cosa parliamo quando parliamo di istamina. L’istamina è un mediatore chimico che viene prodotto nel momento in cui il corpo si trova a contatto con un allergene, provocando in noi le reazioni tipiche dell’allergia: naso che cola, occhi arrossati, eritemi e conseguenti stati di stizza incondizionata!
Per contrastare e prevenire questi fastidiosi sintomi è possibile ricorrere ad alcuni rimedi naturali adatti a contenere, perciò, il rilascio di istamina da parte del nostro organismo.

Vitamina C

La vitamina C è considerata il principe degli antistaminici naturali. Infatti, oltre alla propria azione di antistaminico, questa succosa vitamina è coinvolta in altre funzioni dell’organismo: contrasta i radicali liberi e viene impiegata nella sintesi del collagene. Troviamo la vitamina C  in arance, peperoni, carote, broccoli, cavolfiori, fragole, spinaci, limoni, pompelmo, kiwi, pomodori, lattuga e banane. Fatevi passare tutte le ricette migliori dal vostro amico vegetariano!

Flavonoidi

I flavonoidi, in particolare la quercitina, rappresentano degli antistaminici naturali eccellenti, aiutano l’organismo a prevenire il rilascio di istamina e anche di altri composti che possono provocare infiammazioni e reazioni allergiche.
E in quali alimenti sono contenuti i flavonoidi? Nei sempre  presenti agrumi, nelle cipolle, nelle mele, nel prezzemolo, nei pomodori, nei broccoli, nei legumi e nella lattuga.

Omega 3

Gli acidi grassi essenziali omega 3 sono famosi per le loro proprietà antinfiammatorie e riducono perciò le reazioni allergiche. Ma dove troviamo gli omega 3? In altri alimenti che spesso causano allergie! Non è uno scherzo. Questi acidi sono presenti in gran quantità soprattutto nel salmone e nelle noci, due alimenti che possono spesso rivelarsi fastidiosi per gli allergici. Vengono considerate fonti di omega 3 più sicure i semi di canapa e l’olio di semi di lino.

Erbe aromatiche e officinali

Tra le erbe aromatiche e le piante officinali considerate utili in caso di allergia, poiché ricche di componenti in grado di prevenire o di ridurre il rilascio di istamina, troviamo lo zenzero, la camomilla, l’echinacea, il basilico, il finocchio, l’aglio, la radice di liquirizia, il ginkgo biloba e l’alga spirulina. Abbiamo detto “spirulina”, non “sbirulina”…

Zenzero

Lo zenzero è un antinfiammatorio naturale e cura dunque le vie nasali infiammate dall’allergia, ma non solo: lo zenzero è un balsamico capace di sciogliere il muco nelle vie aeree, liberando i bronchi e facilitando la respirazione. Nel momento in cui l’allergia sarà opprimente per tutte le vie aeree, lo zenzero (grattugiato o infuso) saprà darvi una mano.

Ribes nero

Il Ribes nigrum è una pianta dalle numerose virtù. In particolare, contiene alcune sostanze che si rivelano in grado di contrastare l’azione dell’istamina, come la vitamina C. Inoltre è indicato per rafforzare le difese immunitarie.

Tè verde

Il tè verde può essere considerato una bevanda utile da consumare in caso di allergia, in quanto il suo contenuto di quercitina e di catechina contribuisce a prevenire e a ridurre il rilascio di istamina.

Miele

Più che di un rimedio si tratta di una cura preventiva con rimedi naturali: il miele è una sorta di “vaccino” contro le allergie, perché contiene i componenti dei fiori e dei pollini prelevati dalle api durante l’impollinazione; per cui, mangiandone regolarmente, potreste immunizzarvi o comunque ridurre le reazioni allergiche.

Ortica

Per via del suo contenuto di quercitina, l’ortica è considerata un antistaminico naturale in grado di agire molto rapidamente. È possibile assumere l’ortica sia sotto forma di decotto che sotto forma di estratti erboristici in capsule, riguardo all’impiego dei quali è bene chiedere consiglio al proprio erborista di fiducia. Non fate i furbi. L’assunzione di ortica è solitamente sconsigliata a coloro che si trovano in cura con farmaci per abbassare la pressione e alle donne in gravidanza.

Aceto di mele

L’aceto di mele rappresenta un rimedio curativo e indovinate un po’… un antistaminico naturale! Rispetto ad altri, è di facile assunzione. Due cucchiaini di aceto di mele possono essere diluiti in un bicchiere d’acqua per facilitare il suo impiego come rimedio contro le allergie. Può risultare efficace assumere per quattro giorni quotidianamente tre bicchieri del preparato indicato.

Infuso di basilico

Il basilico non è buono solo sulla pastasciutta, le sue proprietà possono essere sfruttate mediante la preparazione di un infuso. Il liquido ottenuto potrà essere applicato sulle eruzioni cutanee dovute alle allergie, per alleviarle. Si utilizzano foglie di basilico essiccate da lasciare in immersione in acqua bollente fino a quando non si saranno raffreddate. Si utilizzano 30 grammi di foglie di basilico essiccate per ogni litro d’acqua.

Wasabi

Ci siamo tenuti per ultime le giapponeserie. Se amate il sushi, questo rimedio è perfetto per voi. Il Wasabi è una salsa piccante giapponese dal colore verde pallido; fa parte della famiglia del rafano, un altro popolare rimedio della nonna contro raffreddori, riniti allergiche e asma. Rafano e wasabi sono molto balsamici: aprono i condotti nasali e, dopo una prima sensazione di fastidio e qualche silenziosa lacrima da geisha, ripuliscono tutto e spazzano via i sintomi dell’allergia. Insomma, un Vicks naturale d’oltreoceano!

I vantaggi della medicina naturale

La vera opportunità della medicina naturale si ha con la prevenzione dell’evento acuto. Le terapie antistaminiche farmacologiche non fanno altro che attendere che il fenomeno allergico si mostri; la medicina naturale invece giunge in anticipo e, proprio per questo, la cura dovrebbe essere intrapresa almeno due mesi prima rispetto all’insorgenza classica dei sintomi. Un altro vantaggio della medicina naturale è l’assenza di effetti collaterali, mentre nel farmaco tradizionale gli effetti della terapia possono essere fastidiosissimi: l’antistaminico, come è noto, comporta grande sonnolenza e deconcentrazione, il cortisone è efficace ma deve essere utilizzato con parsimonia, poiché il suo uso prolungato crea scompensi al sistema immunitario, oltre a ritenzione idrica e stanchezza. Dunque, quando possibile, scegliere una cura naturale per le allergie primaverili può rivelarsi ugualmente efficace e priva di conseguenze spiacevoli.

Potrebbero interessarti anche:
Rimedi della nonna: curarsi con il cioccolato
Interazioni tra farmaci e cibo, come evitarle?
Allergie: un problema solo primaverile? 

Autore

Pharmawizard 292 posts

Pharmawizard è il servizio digitale gratuito - app e desktop - che risolve il problema della ricerca di informazioni affidabili sui farmaci. Con Pharmawizard è possibile avere sempre a portata di mano la soluzione intelligente per gestire al meglio i propri farmaci e tutelare la propria salute.

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You might also like