Le nuove frontiere delle app mediche: l’esempio del diabete

Le nuove frontiere delle app mediche: l’esempio del diabete

Come è noto l’autorizzazione all’immissione in commercio di un farmaco può avvenire solo dopo accurate fasi di sperimentazione.

Sperimentazioni che vengono poi validate dall’ente competente, nel caso italiano AIFA, che ne autorizza effettivamente la commercializzazione.

L’aderenza terapeutica

Una delle cose meno note sui farmaci in commercio è che, durante le fasi sperimentali, la loro sicurezza ed efficacia vengono testate seguendo orari ed assunzioni precise e monitorate. Un tipo di condizione che, nelle terapie che i pazienti svolgono in forma autonoma tutti i giorni, spesso non si realizza. Questa differenza tra la terapia “come dovrebbe essere” e la terapia “com’è nella realtà” definisce il cosiddetto problema dell’ aderenza terapeutica.

Le App mediche come farmaci

Il fatto che l’aderenza terapeutica sia così cruciale per la riuscita di una terapia farmacologica ha spinto molte cause farmaceutiche ha trovare soluzioni adeguate al problema.

L’esempio migliore è quello che riguarda il calcolo del bolo insulinico nei  soggetti diabetici. Il bolo insulinico è la quantità, esatta, insulina che un soggetto diabetico deve assumere: è frutto di un calcolo che va effettuato in base ai livelli glicemici giornalieri del soggetto. Ora, le apparecchiature portatili per la misurazione dei livelli glicemici nel sangue sono disponibili da tempo sul mercato dei dispositivi medici. Ciò che ancora mancava era uno “strumento” affidabile che permettesse il calcolo esatto del bolo glicemico, tenendo considerazione anche orari e storico delle misurazioni.

Insomma serviva un’app!

Tecnologia e Autorizzazioni

Proprio in questa direzione alcune della aziende farmaceutiche più impegnate sul fronte di terapie ad alto tasso di “coinvolgimento ” del paziente (come quelle riguardanti il diabete), hanno impegnato risorse per la creazione di app mediche in grado di guidare i pazienti nello svolgimento delle loro terapie  e dunque nel miglioramento dell’aderenza terapeutica.

L’aspetto cruciale dell’aderenza terapeutica e dell’importanza queste app possono avere è sottolineato dal fatto che la FDA, negli stati Uniti, ha sottoposto ad un processo autorizzativo queste app, al pari di qualsiasi altro dispositivo medico.

Le novità di Pharmawizard

Nelle prossime settimane il servizio di Pharmawizard verrà integrato ed implementato da nuove funzioni (Armadietto e Promemoria) studiate apposta per migliorare le terapie individuali o quelle delle persone di cui ci prendiamo cura.

Il giusto farmaco, la giusta dose, nei giusti orari. Un obbiettivo possibile grazie a Pharmawizard.

 

Autore

Pharmawizard 286 posts

Pharmawizard è il servizio digitale gratuito - app e desktop - che risolve il problema della ricerca di informazioni affidabili sui farmaci. Con Pharmawizard è possibile avere sempre a portata di mano la soluzione intelligente per gestire al meglio i propri farmaci e tutelare la propria salute.

Lascia il tuo commento

You might also like