Combattere le zanzare: 10 rimedi per l’estate

Combattere le zanzare: 10 rimedi per l’estate

L’estate è alle porte e la tua preoccupazione maggiore è quella di combattere le zanzare? Pharmawizard ti consiglia 10 armi per vincere la battaglia più rovente e pruriginosa dell’estate!

Innanzitutto, perché le zanzare pungono proprio te?

La causa principale è da attribuirsi al tuo gruppo sanguigno: hai il sangue “dolce”. Questo magari non ti rende un tipo particolarmente tenero, ma di certo sei molto appetitoso per le zanzare.

Respiri? Se non vuoi punture, scegli l’apnea. Le zanzare sono attratte dall’anidride carbonica nel tuo respiro. Riescono a fiutarla a 164 metri.  Secondo una ricerca del Pest Control Technology Institute, queste bestioline fastidiose preferiscono il gruppo “0”, un po’ di più del gruppo “B” e decisamente di più del gruppo “A”. Come ti riconoscono? L’85% delle persone secerne un segnale chimico che indica il gruppo sanguigno. Non puoi farci niente.

O magari sei un tipo sportivo! Dopo un’intesa attività fisica, tutto quell’acido lattico ha un odore irresistibile per le zanzare. Anche gli integratori ti rendono rintracciabile; molti aumentano la quantità di ammoniaca e di acido urico, due sostante che espelli con il sudore. Inoltre, più aumenta la tua temperatura corporea più le zanzare lo intendono come un invito a pranzo.

E ci sono anche i batteri della pelle. Hai notato con che perizia le zanzare ti pungono piedi e caviglie? Il motivo è che da quelle parti albergano intere colonie di batteri che aiutano le zanzare ad atterrare proprio sui tuoi malleoli!

Un drink in più, non aiuta. L’alcool, soprattutto quello contenuto in una fresca lattina di birra, aumenta sensibilmente le probabilità di venir morso. Potrebbe dipendere dall’etanolo, dal conseguente aumento della temperatura corporea o da particolari gusti delle zanzare in fatto di bevute!

5 rimedi naturali per combattere le zanzare

Vuoi combattere le zanzare chiedendo aiuto alla natura? Apri subito frigorifero e dispensa!

CIPOLLA e CHIODI DI GAROFANO: basterà lasciare in casa un piattino con una mezza cipolla e qualche chiodo di garofano.

ACETO e LIMONE: … oppure un altro piattino riempito di aceto con qualche fetta di limone. Forse l’odore risulterà più gradevole. Inoltre, il limone strofinato direttamente sulla pelle allevia il rossore e il prurito delle punture.

AGLIO: l’aglio è il nostro alleato preferito; antibatterico naturale, vasodilatatore e condimento sopraffino. È efficace anche come repellente per parassiti e per combattere le zanzare!

BASILICO: sul balcone di casa puoi coltivare molte piante utili a combattere le zanzare; citronella, cedrina, menta, geranio, lavanda. Tra questi il favorito delle nonne è sicuramente il basilico. Passalo sulla pelle: terrà alla larga le zanzare e ti donerà uno squisito odore bruschetta!

LEDUM PALUSTRE: si tratta del rosmarino  selvatico, noto rimedio omeopatico. È in grado di  alterare l’odore della pelle, rendendo la pelle meno appetibile per le  temute zanzare. Si assume in granuli, sotto la lingua: tre volte al  giorno a stomaco vuoto. In ogni caso, chiedi consiglio al tuo erborista  di fiducia.

5 rimedi chimici per combattere le zanzare

DEET (Dietiltoluamide): è il principio attivo più usato ed efficace, l’incontrastato, inimitabile ammazzazanzare! Concentrazioni intorno al 15% sono molto efficaci, concentrazioni elevate intorno al 30% sono da usarsi solo occasionalmente, in vacanza al mare o a spasso per paludi. A dosi più elevate può essere neurotossico, quindi fate attenzione e soprattutto non avvicinatelo ai bambini.
PIRETROIDI (Permetrina): i principi attivi di spray e diffusori sono sostanze ben collaudate; sono dannosi per gli insetti e innocui per l’uomo.

ICARIDINA: è uno dei più recenti principi attivi immessi sul mercato. Ha scarso assorbimento cutaneo, caratteristica che consente l’applicazione anche a bambini con più di 2 anni ( escluso le formulazioni spray ). Può avere efficacia dalle 3 alle 10 ore in proporzione alla quantità applicata sulla cute. Indicato per combattere le zanzare, ma anche mosche, zecche e altri parassiti.

PDM (Paramatandiolo): unico tra i derivati vegetali approvato negli USA come insettorepellente anche se la sua azione è piuttosto debole.

PARAMATANDIOLO (Citrodiol): è un estratto naturale, nello specifico ricavato dall’eucalipto. La maggior parte dei farmaci contenenti estratti naturali, per assicurare una protezione prolungata, devono essere usati a elevate concentrazioni.
Pharmanow

Autore

Pharmawizard 285 posts

Pharmawizard è il servizio digitale gratuito - app e desktop - che risolve il problema della ricerca di informazioni affidabili sui farmaci. Con Pharmawizard è possibile avere sempre a portata di mano la soluzione intelligente per gestire al meglio i propri farmaci e tutelare la propria salute.

Lascia il tuo commento

You might also like