Coppetta mestruale: quali sono i vantaggi e le controindicazioni?

Coppetta mestruale: quali sono i vantaggi e le controindicazioni?

I vantaggi sono maggiori delle controindicazioni, ma per chi non sapesse cos’è la coppetta mestruale diciamo subito che si tratta di un dispositivo, a imbuto, che viene inserito in vagina per raccogliere il sangue mestruale durante il ciclo. È un’efficace e moderna alternativa ai classici assorbenti, interni o esterni. La coppetta è morbida, estremamente flessibile, maneggevole, perfettamente adattabile alla propria anatomia e assolutamente confortevole. Esiste più di una misura e svariati colori ed è riutilizzabile.

Funziona come raccoglitore del flusso e non come assorbente. Il che vedremo, è un vantaggio.
Scegliere il tipo di “protezione” durante il ciclo è un fatto soggettivo, ma rendere il ciclo più gradevole è un dovere.

Ma quali sono i pro e i contro di questo dispositivo alternativo?

Partiamo dal comfort. Il senso di libertà è infinitamente maggiore indossando la coppetta. Bisogna solo imparare a inserirla correttamente e per farlo basta essere rilassate. La coppetta, così come un assorbente interno, richiede un buon rapporto con il proprio corpo. Se si praticano sport come il nuoto, la palestra o qualsiasi altra attività, è importante potersi muovere liberamente, sentendosi a proprio agio e meno impacciate. Un fastidio all’inizio può essere rappresentato dal trovare la giusta misura da adattare al proprio corpo o da uno scorretto posizionamento all’interno della vagina. A tal proposito ricordiamo di non sperimentare, senza prima ascoltare il parere di un medico.

Igiene e rispetto dell’ambiente vaginale

Il fatto che la coppetta raccolga e non assorba, che il sangue quindi non rimanga a contatto con le pareti e le mucose, fa sì che l’ambiente vaginale non sia soggetto ad alterazioni, a secchezza o esposto a umidità e sudore come invece avviene con gli assorbenti interni o esterni, spesso poi accompagnati da cattivi odori e conseguente disagio.  Se utilizzata correttamente, ovvero svuotata, lavata ogni volta e sterilizzata alla fine del ciclo, la coppetta risulta estremamente igienica e rispettosa del nostro corpo.
I materiali anallergici di cui è fatta la rendono ben tollerata da chiunque.

Economica, pratica ed ecologica

A favore della coppetta gioca anche l’aspetto economico. Poche decine di euro e il possibile riutilizzo fino a 10 anni!  Leggera, dotata di uno specifico e colorato sacchetto può essere facilmente portata in borsa, se si è in giro e si necessita di un cambio. La coppetta può essere indossata anche per 8 ore. Il fatto poi di poter essere riutilizzata e non gettata, come invece avviene per i normali assorbenti, la rende altamente ecologica.

In sintesi, la coppetta è l’alternativa più sicura, moderna, confortevole, igienica, economica ed ecologica per la donna di oggi.

Per un ulteriore approfondimento su questo tema puoi leggere anche l’articolo “Assorbente, tampone o coppetta?”su Vediamocichiara

Silvia Taurelli

Autore

VediamociChiara 48 posts

VediamociChiara è il blog dedicato alle donne che vogliono saperene di più sulla salute propria e di tutta la famiglia. I temi trattati sono vari: contraccezione, età fertile, perimenopausa, cure per l’infertilità, pillola del giorno dopo, nutraceutici, farmaci di nuova generazione, terapie per la cura dell’acne o della sindrome dell’ovaio policistico, iniziative benefiche come la Race for the Cure di Komen Italia.

Lascia il tuo commento

You might also like