Cosa è l’artrosi?

Cosa è l’artrosi?

Andiamo avanti con gli anni e sempre più spesso diciamo:”…È tutta colpa dell’ artrosi!” Ci si sveglia sentendosi un po’ rigidi e doloranti qua e là e poi lentamente, si riacquista la mobilità e si affievolisce il dolore.

Ma l’ artrosi che cos’è?

È chiamata anche osteoartrosi ed è una malattia cronica e degenerativa delle articolazioni. Le più frequentemente colpite sono quelle della colonna vertebrale (parte lombare e cervicale), dell’anca, delle ginocchia, delle dita dei piedi e delle mani.

L’ artrosi è una malattia reumatica molto diffusa, che riguarda entrambi i sessi e più comunemente fa parte dei malanni delle persone che hanno superato i 65 anni.

Può fare la sua comparsa anche tra i giovani, ma in quel caso può essere imputata a problemi di obesità, a una predisposizione genetica, a traumi o a attività lavorative usuranti.

A cosa sono dovuti gli “scricchiolii” e il dolore che chi soffre di artrosi sente?

All’usura della cartilagine, un tessuto liscio che normalmente riveste le estremità delle ossa e che ne consente il movimento. Lo sfilacciamento di questo tessuto proprio nei punti di scorrimento delle ossa, procura dolore e rumori sordi.

Oltre al calore e al gonfiore della parte interessata, il dolore è il sintomo più evidente, accusato da tutti, accompagnato da una progressiva riduzione della mobilità. Questa può risultare più o meno invalidante a seconda dell’articolazione coinvolta. L’ artrosi della mano ad esempio, può gradatamente portare a perdita di forza nella presa. Se a esserne colpiti sono il ginocchio o l’anca si possono avere problemi nel camminare.

La descrizione del dolore che si prova è importante perché il medico possa, unitamente ai risultati di altri esami (radiologici e di laboratorio) formulare la diagnosi.

Pertanto è importante riferire

  • se il dolore è il risultato di un trauma,
  • se l’articolazione in questione fa più male con il movimento o a riposo,
  • se il dolore aumenta con il caldo o con il freddo, se è continuo o discontinuo.

Per l’ artrosi non esiste una cura definitiva.

Esistono terapie farmacologiche che alleviano il dolore e mitigano il gonfiore, aiutando il recupero temporaneo della funzionalità dell’articolazione. Le terapie variano secondo l’articolazione coinvolta e la gravità del processo artrosico.

Possono essere praticate infiltrazioni con corticosteroidi (cortisone) o acido ialuronico (componente naturale della cartilagine) o, in alcuni casi può rendersi necessario il trattamento chirurgico.

In linea generale i medici raccomandano di fare attenzione al proprio stile di vita. È buona regola non aumentare di peso per non gravare sulle ginocchia, le anche o sulla colonna e praticare un’attività fisica compatibile con il proprio stato di salute per migliorare il tono muscolare.

Silvia Taurelli

Autore

VediamociChiara 48 posts

VediamociChiara è il blog dedicato alle donne che vogliono saperene di più sulla salute propria e di tutta la famiglia. I temi trattati sono vari: contraccezione, età fertile, perimenopausa, cure per l’infertilità, pillola del giorno dopo, nutraceutici, farmaci di nuova generazione, terapie per la cura dell’acne o della sindrome dell’ovaio policistico, iniziative benefiche come la Race for the Cure di Komen Italia.

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You might also like