Perché si prova tanto dolore durante il parto?

Perché si prova tanto dolore durante il parto?

Vi siete mai chiesti a cosa serve veramente sentire un dolore così importante come quello del travaglio? Perché le contrazioni sono dolorose? Che senso ha tutto questo “soffrire”?

Nulla in natura avviene per caso

La risposta è molto semplice ed è la frase che porto sempre con me, che fa parte di me e che più mi rispecchia: Madre Natura non lascia niente al caso! Tutto ciò che accade –a maggior ragione nell’evento del parto- ha una motivazione ben precisa. Immaginare un travaglio senza dolore sarebbe impossibile ma soprattutto sarebbe controproducente; ogni tecnica che usiamo (dalla famosa epidurale ai metodi naturali, molto cari a noi ostetriche) non ha lo scopo ultimo di eliminare il dolore, bensì quello di “controllarlo”: possiamo imparare a gestirlo, a prenderne coscienza, a ridurlo ma non possiamo imparare ad eliminarlo!

Il dolore è un nostro alleato

A differenza di tutte le altre situazioni, per le quali la percezione dolorosa indica sempre un evento spiacevole, il dolore delle doglie ci sottolinea l’arrivo di un lieto evento; ogni contrazione ci avvicina sempre di più alla vita ma soprattutto  permette di prepararci alla nascita (il corpo chiede di cambiare posizione, di respirare, di usare la voce, di abbracciare il nostro compagno, di rallentare i ritmi)!

Il dolore è uno stimolo

Con l’arrivo delle contrazioni dolorose, il nostro corpo produce ormoni di difesa che ci aiutano –paradossalmente- a tollerare la percezione del dolore ancora più intenso.

Il dolore è una guida

Il dolore ci aiuta a percorrere al meglio il cammino del travaglio, ci suggerisce cosa fare e come farlo, ci abitua mentalmente e fisicamente al momento del parto e del primo abbraccio con il bambino.

Non è facile pensare al dolore in questi termini e chi ha già partorito sa bene quanta “sofferenza” ci sia dietro un travaglio, ma avere un approccio diverso aiuta a vivere il miracolo della vita come un’esperienza che veramente valeva la pena di aver vissuto! Ogni donna sa partorire, ogni donna sa affrontare questo tipo di dolore, ogni donna semplicemente lo sa fare perché “donna”. Basta ascoltare il proprio corpo, lasciarsi andare, lasciarsi cullare da ciò che Madre Natura ci suggerisce e credere fortemente nel nostro potenziale di donne!

Scrivi a Francesca: f.moroni@pharmawizard.it

Autore

Francesca Moroni 11 posts

È una giovane ostetrica completamente innamorata del proprio lavoro. Durante gli studi di medicina ha scoperto la sua passione per l’ostetricia e così si è laureata con Lode presso l’Università “La Sapienza” di Roma. Oggi collabora con l’ospedale di Palestrina (RM), assistendo le donne a mettere al mondo una nuova vita, supportandole durante la gravidanza e nell’emozionante fase dell’allattamento.

Lascia il tuo commento

You might also like