Farmaci senza obbligo di prescrizione: cosa è cambiato?

Farmaci senza obbligo di prescrizione: cosa è cambiato?

Alcuni farmaci di fascia C sono passati nella  categoria “farmaci senza obbligo di prescrizione” (o viceversa) solo di recente. Il 13 marzo, per la precisione, ovvero il giorno in cui è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale dei nuovi farmaci il decreto con il quale il Ministero della Salute comunica la lista dei medicinali che possono essere venduti anche nelle parafarmacie senza obbligo di ricetta. Questo cambiamento cosa comporta?

Il decreto

Il provvedimento presenta l’elenco dei 230 farmaci che possono essere venduti senza obbligo di prescrizione anche nelle parafarmacie e nei corner della grande distribuzione organizzata (come già previsto dal decreto Bersani del 2006) e contiene, inoltre, una lista aggiuntiva di 117 farmaci per i quali l’obbligo di ricetta medica permane provvisoriamente, in attesa delle valutazioni della commissione consultiva tecnico scientifica dell’AIFA. Quest’ultimi sono: stupefacenti, iniettabili, medicinali del sistema endocrino e i medicinali per i quali è previsto il regime della vendita dietro presentazione di ricetta rinnovabile volta per volta.pillole v.2 b (1)

Il parere delle parafarmacie

Davide Gullotta, vicepresidente della Federazione nazionale delle Parafarmacie, ha dichiarato: «Le scelte dell’Agenzia italiana del farmaco (AIFA) sono ambigue, irrazionali e prive di logica: questo atteggiamento mina ripetutamente il nostro lavoro».

«L’Aifa periodicamente redige una lista di farmaci che passano da “con obbligo di ricetta” a “senza obbligo di prescrizione” (sop), e viceversa», spiega il numero due delle Parafarmacie «stranamente però questo cosiddetto delisting non segue una logica definita creando confusione nel nostro lavoro: nei nostri esercizi, infatti, possiamo vendere solo i sop e i farmaci da banco, mentre ci sono preclusi quelli con obbligo di ricetta, ovvero la famosa fascia C». L’ultimo episodio risale, appunto, allo scorso 13 marzo. «Lo Sterozinil è perfettamente identico al Gentalyn beta, che necessita di ricetta ma che è venduto nelle farmacie anche senza – spiega Gullotta – Stranamente, a seguito di questo ultimo delisting, noi non possiamo dispensare l’originale o gli altri Gentalyn delle altre marche: il paradosso è che alcune aziende, sospettando in un errore dell’AIFA, si rifiutano di vendere tale farmaco alle Parafarmacie. Aspettiamo chiarimenti, l’AIFA batta un colpo».

Gli elenchi aggiornati dei farmaci

In attesa di chiarimenti da parte dell’AIFA, proponiamo sia l’elenco dei medicinali di fascia C vendibili in parafarmacia (senza obbligo di prescrizione) che l’elenco dei medicinali per i quali permane l’obbligo di ricetta e vendibili esclusivamente in farmacia.

Potrebbero interessarti anche:
Ricetta medica unificata: rimborsabili i farmaci acquistati in UE
Cellule staminali per creare farmaci mirati
Farmaci a domicilio: presto realtà con i droni

 

Autore

Pharmawizard 284 posts

Pharmawizard è il servizio digitale gratuito - app e desktop - che risolve il problema della ricerca di informazioni affidabili sui farmaci. Con Pharmawizard è possibile avere sempre a portata di mano la soluzione intelligente per gestire al meglio i propri farmaci e tutelare la propria salute.

Lascia il tuo commento

You might also like