Cosa sono i reni e come mantenerli sani?

Cosa sono i reni e come mantenerli sani?

malattie dei reni

Sapete a cosa servono i reni e che ruolo svolgono all’interno del nostro organismo?             Si avvicina la giornata mondiale di prevenzione del rene, è quindi importante iniziare a capire di cosa si parla ed informarsi bene.

Possiamo riassumere con due parole il compito che i reni svolgono quotidianamente: depurare e regolare. Questi organi hanno un’impatto enorme sulla salute e la loro attività principale è quella di rimuovere le sostanze tossiche dal nostro organismo e mantenere l’equilibrio dell’ambiente interno.

Si occupano in particolare di depurare il sangue dalle sostanze nocive o inutili, tramite piccole strutture – dette glomeruli – che filtrano i materiali dannosi dal sangue e procedono alla creazione di uno scarto che poi darà origine all’urina. Il sangue filtrato lascia quindi i reni e ritorna nel flusso sanguigno.

I reni producono anche ormoni che controllano la pressione arteriosa (renina) o che stimolano la sintesi dei globuli rossi (eritropoietina), aiutano a smaltire i carboidrati e giocano un ruolo importante nell’assorbimento del calcio da parte dell’organismo e nel rafforzamento delle ossa.

I reni hanno quindi un ruolo fondamentale per il corretto funzionamento del nostro organismo e per questo dobbiamo prendercene cura.

Vi sono alcuni accorgimenti che possiamo seguire per diminuire i rischi di problematiche renali.

  • Fare attività fisica, poiché diminuisce la pressione sanguigna.
  • Controllare la glicemia. Un alto livello di glucosio può danneggiare il sistema di filtraggio dei reni.
  • La prevenzione, in questo caso, è curare le malattie che portano a complicanze renali, come infezioni alle vie urinarie, ipertensione o diabete.
  • Sostenere una dieta corretta e controllare il peso corporeo. Evitare diete molto ricche di calorie, zucchero, dolci, grassi animali e sale.
  • Evitare l’uso prolungato e non controllato dei medicinali. In particolare i farmaci antinfiammatori non steroidei, che affaticano maggiormente i reni.
  • Bere tanta acqua. Il consumo necessario varia da 1200 ml a 2000 ml, la quantità varia in base al nostro corpo ed in particolare al nostro peso. Chi fa attività fisica necessita di ancora più acqua per compensare i liquidi persi durante la sudorazione. Evitare le bevande a base di zucchero è un sollievo per i reni e l’organismo in generale, non potremmo non consigliarvelo!
  • Non fumare. Il fumo accelera il peggioramento della funzione renale e rende più difficile abbassare la pressione arteriosa .

Gran parte delle malattie renali si possono comportare come “killer silenziosi”: operano indisturbate, senza sintomi, per anni e, quando i loro effetti si rivelano, può essere tardi per correre ai ripari.

Un semplice esame delle urine ed il dosaggio della creatinina nel sangue sono il primo passo per riconoscere una malattia renale e intervenire per rallentarne l’evoluzione. Con le urine si valuta la proteinuria (cioè la presenza di proteine nell’urina), segno precoce di danno renale, mentre la il livello di creatinina serve a controllare la corretta funzionalità renale.

Il 12 Marzo è la giornata mondiale dei reni, una data da segnare per ricordarci di controllare come stanno i nostri reni!

 

Autore

Pharmawizard 290 posts

Pharmawizard è il servizio digitale gratuito - app e desktop - che risolve il problema della ricerca di informazioni affidabili sui farmaci. Con Pharmawizard è possibile avere sempre a portata di mano la soluzione intelligente per gestire al meglio i propri farmaci e tutelare la propria salute.

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You might also like