Le creme corpo: sceglierle come un cibo da mangiare?

Quando compri un prodotto da utilizzare, che sia uno shampoo, una crema o un bagno doccia rifletti bene e pensa che stai nutrendo la tua pelle e agendo sulla tua salute: ebbene sì, quanta attenzione presti quando acquisti del cibo da mangiare?! 

Con questo articolo vorrei sensibilizzare le persone all’utilizzo di prodotti dermatologici, testati che non contengono una serie di sostanze aggressive nonché nocive per la pelle e per la salute. Spesso le persone comprano un prodotto solo sulla base della loro azione, del prezzo, del loro profumo, della confezione senza tener conto degli ingredienti che compaiono nell’etichetta, dimenticandosi che alcune sostanze contenute al loro interno possono risultare nocive per la salute. 

Quali sono le sostanze da evitare?

Ce ne sono diverse ma possiamo fare gia’ tanto evitando PETROLATI, PARABENI, SILICONI, SLS, SLES (sodium laureth sulfate), DEA, CESSORI DI FORMALDEIDE, METALLI PESANTI. 

Cosa sono i siliconi?

Si tratta di ingredienti sintetici, polimeri inorganici che derivano dalla combinazione di silicio con sostanze petrolifere. Sono prodotti largamente impiegati nella cosmesi per le loro proprietà idrorepellenti,antistatiche e resistenti ad alte temperature. La cosa curiosa e che si deve sapere è che le stesse sostanze sono utilizzate anche in altri settori perché risultano essere Adesivi, Lubrificanti, Isolanti , Sigillanti e per tale motivo li ritroviamo in prodotti per il bricolage, per le vernici, per opere di edilizia.

Dove li troviamo e cosa fanno?

I siliconi vengono usati praticamente in tutti i prodotti cosmetici e per l’igiene: creme idratanti, shampoo, bagnoschiuma, nei prodotti per bambini, nel make up in particolare nel fondotinta liquido e nei prodotti per capelli. 

L’uso dei siliconi fa apparire i capelli e la pelle liscia, sfruttando l’effetto ottico e tattile. Rivestono i tessuti di una pellicola cerosa che apparentemente ci illude di idratare  pelle, cute e capelli ma che in realtà diminuisce la traspirazione cutanea, chiude i pori impedendo una corretta ossigenazione e riducendo l’assordimento di attivi che al contrario, dovrebbero nutrire il tessuto. 

Le conseguenze sono pelle, capelli e cute disidratati,opachi, fragilizzati, impuri e sofferenti

Ma come li riconosciamo?

Su ogni prodotto come su ogni alimento che mangiamo esiste la lista di ingredienti che nella legislazione cosmetica si chiama INCI (International Nomenclature of Cosmetic  Ingredients) . Alcuni Siliconi li troverete scritti come: 

Amodimethicone

Dimethiconol

Ciclopentasiloxane

Cyclomethicone

Trimethylsiloxysilicate

Cosa sono i petrolati?

Anche i petrolati sono sostanxe largamente utilizzate nel settore cosmetico nonché in tutti gli altri settori per produrre materiali di ogni tipo. Sono degli idrocarburi derivanti dalla raffinazione del petrolio con azione filmogena e occlusiva. L’uso costante di tali sostanze altera il normale equilibrio della flora batterica presente sulla nostra pelle e sulla nostra cute, interrompe i processi di ossigenazione e ostacola i processi nutritivi tra le cellule dermiche.

Esistono diversi tipi di raffinazione che generano così diverse forme di petrolati: ogni passaggio di lavorazione industriale modifica la struttura chimica della molecola, rendendola più o meno cancerogena. Ebbene si, tali sostanze tossiche risultano essere causa di modificazioni  e alterazioni, in grado di indurre trasformazione neoplastica nelle cellule sane.

Pur essendo sostanze potenzialmente cancerogene sono tranquillamente tutelate dall’Unione Europea che permette l’utilizzo di petrolati con impurità cancerogene fino al 3%.

Che cosa fanno?

Il risultato è lo stesso che si ottiene utilizzando i siliconi: APPARENTEMENTE il primo effetto è morbidezza, uniformità e compattezza ma la pelle in realta’ risulta essere impura, asfittica, disidratata e tende a perdere elasticità. I capelli diventano secchi, fragili con rallentamento della crescita

Come li riconosciamo?

In ogni INCI presente sulle confezioni dei prodotti possiamo identificarli sotto questi nomi:

Mineral oil 

Petrolatum

Paraffinum liquidum

Cera microcristallina

Vaselina

Paraffina

Microcrystalline Wax

Cosa sono i parabeni?

I parabeni sono sostanze impiegate principalmente come conservanti. A differenza dei siliconi, che fungono da “filmanti”, i parabeni penetrano nel nostro organismo tramite la pelle e a lungo andare vanno ad accumularsi tra i tessuti. 

Una nuova ricerca ha rilevato la presenza di esteri parabeni nel 99% dei tessuti di cancro al seno testati. Lo studio ha esaminato 40 donne che erano state trattate per cancro al seno al primo stadio. Nel 60% dei casi, sono stati trovati 5 diversi esteri.

I parabeni sono ingredienti chimici con proprietà simil-estrogeniche e l’estrogeno è uno degli ormoni coinvolti nello sviluppo del cancro al seno.

Cosa fanno e dove si trovano?

I parabeni inibiscono la crescita di batteri, lieviti e muffe e sono usati come conservanti in prodotti di largo uso come:

Deodoranti e antitraspiranti, Shampoo e balsamo, Bagnoschiuma, Dentifrici, Creme e protezioni solari, Cosmetici, Medicinali, Additivi alimentari

Come si riconoscono?

Leggendo bene l’INCI, i parabeni sono tutte quelle sostanze che terminano in -paraben, ad esempio:

methylparaben

ethylparaben

propylparaben

isobutylparaben

 butylparaben

benzylparaben

Il mio consiglio e’ dunque di iniziare a comprare cio’ che utilizzate quotidianamente sul vostro corpo e sulla vostra pelle con la stessa attenzione con la quale andate a fare la spesa, selezionando il miglior cibo da ingerire: ricordiamoci che il cibo nutre il nostro organismo come un prodotto topico nutre la nostra pelle!

Selezionate bene il vostro make-up per evitare realmente di METTERE IN FACCIA DELLO STUCCO PER PARETI ricco di petrolati, parabeni e siliconi!

Ama la tua Salute, Ama la tua Pelle

Autore

Eloisa Mauri 20 posts

Laureata in Farmacia con tesi sperimentale in ambito oncologico e biologia molecolare mi sono appassionata a ricercare soluzioni mirate alla Salute, al Benessere e alla Cura di chi incontro: il mio motto è “Quanto piu’ gia’ si sa, tanto piu’ bisogna ancora imparare” ecco perche’ ho da subito allargato i miei studi diventando Farmacista esperta in Fitoterapia, Medicina Omeopatica e Bioterapie integrate, specializzandomi in Dermocosmesi, Tricologia e Kutologia, appronfondendo la mia formazione con la specializzazione in tecniche di make-up correttivo e camouflage.

Lascia il tuo commento

You might also like