Niente carie per i bimbi: la sigillatura dei molari

Niente carie per i bimbi: la sigillatura dei molari

La sigillatura dei solchi e delle fossette presenti sulla superficie masticatoria dei molari (luogo ideale per la proliferazione dei batteri) è una metodica di prevenzione della carie dentale molto diffusa.

Si tratta di una pratica di prevenzione particolarmente indicata per tutti i bambini, ma soprattutto per quelli ad alta cario-recettività, cioè quei soggetti che hanno la sfortuna di sviluppare carie più facilmente.

La massima efficacia possibile

La sua efficacia è massima se viene effettuata nei primi due anni successivi all’eruzione (l’uscita dei denti definitivi che avviene tra i 5 ed i 7 anni ) in quanto il dente appena “erotto” – cioè fuoriuscito – non è ben mineralizzato, quindi più vulnerabile all’attacco della carie.

Come si procede

Si tratta di una procedura semplice, né dolorosa né invasiva e non richiede alcuna anestesia. Consiste nell’applicare una speciale resina fluida (il sigillante) direttamente sui solchi e le fossette dei molari (sopra il dente).

Se ben effettuate permangono per diversi anni e non devono essere rimosse.
Ricordiamoci però di continuare ad educare i bambini a mantenere una corretta igiene orale e di effettuare le consuete visite di controllo dal dentista.

Una volta applicato il sigillante va controllato ogni 6-12 mesi per verificare la corretta “ritenzione”, cioè la tenuta dell’applicazione sul dente sigillato.

Autore

Antonino Corpaci 8 posts

Medico chirurgo odontoiatra e specialista in chirurgia odontostomatologica ed implantologia orale. Oggi il dottor Corpaci, grazie alle proprie capacità professionali ed alla passione per il suo lavoro, è anche manager di diversi studi odontoiatrici della capitale.

Lascia il tuo commento

You might also like