Olio extravergine: la salute in tavola

Olio extravergine: la salute in tavola

Proviamo a immaginare un cucchiaio di olio extravergine di oliva (EVO) come a una elisir di salute per il nostro organismo, grazie al mix di sostanze benefiche contenute al suo interno: gli acidi grassi come l’acido linoleico, oleico e palmitico; oltre al betacarotene,  vitamine A,E e D e minerali come calcio, magnesio, potassio e ferro. Infine, ma non per questo meno importanti, una serie di sostanze antiossidanti, come i polifenoli.

Le 10 buone ragioni per cui assumere olio extravergine d’oliva:

1 per le sue preziose proprietà antiossidanti aiuta a contrastare ed eliminare i radicali liberi
2 per la sua azione protettiva sulle arterie, sullo stomaco e sul fegato
3 perché abbassa i livelli di colesterolo cattivo (LDL) in favore di quello buono (HDL)
4 perché protegge la mucosa gastrica e riduce il rischio di ulcere
5 perché protegge le cellule e rallenta il processo di invecchiamento di mente e corpo
6 perché migliora la funzionalità intestinale e aiuta la digestione
7 perché regolarizza la pressione arteriosa, migliora la circolazione e diminuisce la presenza di colesterolo cattivo, riducendo così il rischio di malattie cardiovascolari
8 perché ha un potere antibatterico, antivirale e antimicotico
9 perché riduce zuccheri e grassi nel sangue
10 perché rinforza il sistema immunitario

Gli effetti benefici prodotti da questo potente mix di sostanze contenute all’interno dell’olio EVO gli hanno conferito il nome di “oro liquido”.

L’olio extravergine d’oliva fa ingrassare?

Essendo un alimento “grasso” si è portati a pensare, erroneamente, che faccia male alla nostra linea. Questa idea è pero – in parte- sbagliata in quanto l’olio EVO è l’alimento principe della dieta mediterranea, considerata il regime alimentare per eccellenza, grazie all’elevato consumo di alimenti di origine vegetale. L’olio EVO è da sempre considerato un condimento-alimento alla stregua di un miracoloso farmaco o di un potente trattamento di bellezza che, se assunto accuratamente, è da considerarsi un alleato per la salute. Come tutti i grassi va consumato con moderazione; ogni grammo di questo prezioso alimento contiene all’incirca 9,5 cal. Pertanto, per mantenerci in forma, la dose giornaliera consigliata è al massimo di 3 cucchiai.

“Vino vecchio, olio nuovo”

La massima recita una grande verità: se il primo più invecchia più diventa buono, nel caso dell’olio EVO più passa il tempo più perde le sue caratteristiche organolettiche (colore, sapore, acidità, ecc.) e la sua azione benefica sul nostro organismo. Per questa ragione consigliamo di consumare l’olio che si possiede non oltre i dodici, al massimo diciotto mesi dalla data di acquisto.  Ciò che accade è che, trattandosi di un prodotto instabile, subisce processi di ossidazione; il suo sapore può modificarsi diventando più acido, metallico o avere delle note di sapore di muffa, segno evidente che il prodotto è ormai inutilizzabile. Ad ogni modo, vogliamo rassicurarvi dicendo che l’olio, superato il suo tempo “limite”,  non fa comunque male.

Possiamo usare l’olio EVO per friggere?

La frittura seppure invitante e saporita, non è da preferire a preparazioni più sane. Ma se vogliamo concederci un piccolo peccato di gola, facendo uno strappo alla regola, dobbiamo conoscere l’olio che stiamo usando. Ciò che determina una frittura “sana” è il famoso punto di fumo ovvero la temperatura oltre la quale l’olio brucia e diventa tossico, sprigionando acroleina. Più è alto il punto di fumo più tempo ci metterà a consumare il suo residuo acquoso, garantendoci una frittura migliore. Quando l’olio brucia vuol dire che l’acqua in esso contenuta è evaporata e sta bruciando grasso.

Quali sono i punti di fumo dei diversi oli?

Olio extravergine di oliva: 210°
Olio di semi (girasole, mais) : 130/135°
Olio di palma, di soia, di arachide: 190/200°

Ciò che dobbiamo sapere è che la temperatura ideale per una perfetta frittura si aggira intorno i 165° e i 185° e che l’olio ideale per delle fritture morbide e croccanti è quello che unisce il giusto punto di fumo alla presenza di acidi grassi monoinsaturi, ovvero l’olio di arachide.
MAI FRIGGERE IN POCO OLIO: per prima cosa perché il residuo acquoso evaporerebbe prima e in seconda istanza perché aggiungendo il cibo in padella, la temperatura scenderebbe sotto i 165° rischiando di “bollire” il cibo, che assorbe così grandi quantità d’olio.

Lo sai che esistono tanti altri oli “buoni” per la salute?

Per rispettare i palati più diversi ed esigenti, vogliamo concludere questo articolo suggerendovi delle alternative valide all’uso dell’olio EVO.
Olio di semi di zucca: ricco di zinco, fitoestrogeni naturali, antiossidanti, grassi sani, fibre e magnesio. Aiuta a prevenire l’insorgenza di alcuni tumori e grazie alla presenza dello zinco, rinforza l’organismo, aiuta il sonno , regola la produzione di insulina e le funzioni sessuali degli uomini.
Olio di Noci: ricco di antiossidanti e Omega-3 è probabilmente il più importante per la nostra salute con proprietà antitumorali. Inoltre aiuta a proteggere il nostro cuore, la pelle e le ossa ed è un prezioso alleato per la cura del nostro corpo.
Olio di Argan: prodotto dai semi della stessa pianta, facilita la digestione e migliora le condizioni reumatiche e previene l’invecchiamento grazie all’alto contenuto di Vitamina E. Perfetto come unguento magico per la nostra pelle e capelli e come ottimo condimento in preparazioni dolci e salate.
Olio di avocado: il mix di acidi grassi omega-3 e omega-6 uniti alla Vitamina E, hanno potenti proprietà antiossidanti in grado di proteggere i nostri vasi sanguigni e di ridurre i depositi di colesterolo.  L’acido linolenico alfa, contenuto nel frutto, può aiutare a prevenire l’insorgenza di tumori alla mammella e al colon. Inoltre, l’alta concentrazione di vitamine A e D stimola la produzione di collagene, il più fedele alleato contro l’invecchiamento della nostra pelle.
Olio di cocco: aiuta la digestione e l’assorbimento delle sostanze nutrienti contenute negli alimenti. Inoltre, velocizzando il nostro metabolismo, aiuta il corpo a bruciare i grassi più velocemente. Grazie alla sua capacità di stimolare gli ormoni, è da considerarsi un potente afrodisiaco.

Ce n’è sicuramente per tutti i gusti e palati, il nostro consiglio è quello di scegliere il più adatto alle vostre esigenze e di conservarlo a temperatura ambiente, in luoghi freschi e asciutti, lontano da fonti di calore e luce diretta.

Autore

Pharmawizard 290 posts

Pharmawizard è il servizio digitale gratuito - app e desktop - che risolve il problema della ricerca di informazioni affidabili sui farmaci. Con Pharmawizard è possibile avere sempre a portata di mano la soluzione intelligente per gestire al meglio i propri farmaci e tutelare la propria salute.

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You might also like

Mangiare Intelligentemente
Mangiare Intelligentemente
Mangiare Intelligentemente