E il premio Nobel per la chimica va a… Il più simpatico!

E il premio Nobel per la chimica va a… Il più simpatico!

Il premio Nobel è universalmente riconosciuto come la più alta onorificenza che una persona possa ricevere nella sua carriera, per questo sembra quasi scontato che venga assegnato ad austeri professoroni, astrusi e irraggiungibili.
Ma in realtà, la cosa curiosa è che molto spesso queste menti eccelse siano tutt’altro che seri ed introversi studiosi; Albert Einstein che fa la linguaccia verso l’obbiettivo forse è l’esempio più celebre e lampante.

 

Dubochet e il Nobel per la simpatia “curriculare”

Dopo l’assegnazione del Nobel al trio Jacques Dubochet, Joachim Frank e Richard Henderson per aver inventato la tecnica della miscrospia crioelettronica – una tecnica che migliora in maniera sensazionale la definizione delle immagini al livello molecolare (vedi foto sotto), molti giornalisti hanno vistitato il sito dell’Unil, l’università di Losanna in cui Dubouchet figura come Ex Direttore del Laboratorio di Analisi Ultrastrutturale.

 

Microscopia eletronica

 

Ed è lì che è stato possibile apprezzare lo spirito burlone di questo genio della chimica, che, invece di scrivere un Curriculum Vitae stringatamente accademico, Dubochet si è divertito a fare una divertente cronologia della sua vita, personale e professionale.

Riportiamo qui di seguito il CV tradotto.

Il Curriculum Vitae ufficiale del prof. Dubochet

 

Ottobre 1941
Concepito da genitori ottimisti.

 

1946
Non teme più il buio, perché il Sole torna; è stato Copernico a spiegarcelo.

 

1948-1955
1ª parte di una carriera scientifica sperimentale a Vallis e Losanna (strumenti: coltelli, aghi, corde, fiammiferi).

 

1955
Primo dislessico ufficiale nel cantone di Vaud – questo ha permesso di essere sofferente in tutto … e di capire quelli con difficoltà.

 

1962
Esame di maturità federale.

 

1967
Ingegnere fisico presso EPUL per diventare biologo.

 

1968
Molto importante.

 

1969
Certificato di Biologia Molecolare a Ginevra per diventare biofisico. Ha cominciato a studiare la microscopia elettronica del DNA, che rimane il mio argomento principale.

 

1973
Tesi in biofisica a Ginevra e Basilea con Eduard Kellenberger che mi ha insegnato biofisica, responsabilità etiche e amicizia durevole.

 

1970-76
Psicoanalisi molto classica

 

1978
Responsabile del gruppo EMBL (Heidelberg); come introdurre l’acqua nella microscopia elettronica. Scoperta della vitrificazione dell’acqua e sviluppo della microscopia crio-elettrona.

 

1987
Professore all’Unil, Dipartimento di Analisi Ultrastrutturale.

 

1998
Presidente della sezione Biologia con la possibilità di eseguire questa assegnazione con Nicole Galland e Pierre Hainard e vivere in un momento in cui cose interessanti avvenivano nella biologia a Losanna.

 

2002
(inizio) Fine dell’assegnazione. Anno sabbatico in Australia, Germania e Parigi.

 

2004-7 
Maturazione di CEMOVIS (microscopia crio-elettrona delle sezioni vitreose).

 

2007  Giugno 
Colloquio di pensione.

 

Che la positività e il buon umore vadano a braccetto con il genio? Lasciamo a voi trarre le dovute conclusioni.
PS: il sorriso ed il buon umore sono farmaci potentissimi e sicuri. Parola di Pharmawizard

Autore

Pharmawizard 284 posts

Pharmawizard è il servizio digitale gratuito - app e desktop - che risolve il problema della ricerca di informazioni affidabili sui farmaci. Con Pharmawizard è possibile avere sempre a portata di mano la soluzione intelligente per gestire al meglio i propri farmaci e tutelare la propria salute.

Lascia il tuo commento

You might also like