Preservativo femminile: come è fatto, come si usa e perché?

Preservativo femminile: come è fatto, come si usa e perché?

Il Femidom: il preservativo delle donne

Il Femidom, ossia il preservativo femminile, è uno strumento di prevenzione per malattie sessualmente trasmissibili e metodo contraccettivo di barriera (non ormonale).

Come è fatto e come si usa il Femidom

Il femidom è composto da due anelli flessibili posti alle estremità di una guaina solitamente di lattice naturale (ma anche di altro materiale: poliuretano, nitrile sintetico), come quella dei preservativi maschili. La sua lunghezza corrisponde, più o meno, a quella del profilattico maschile, ma a differenza di quest’ultimo presenta una base più ampia per consentire l’ingresso del pene. Il Femidom può essere ulteriormente lubrificato prima dell’uso, è possibile farlo sia con lubrificanti a base d’acqua che a base grassa.

L’anello interno è chiuso ermeticamente e va inserito nella vagina; andrà così a posizionarsi naturalmente dietro l’osso pubico.

L’anello esterno, quello che rimane fuori dalla vagina, resta aperto per accogliere l’introduzione del pene. Andrà però a coprire in parte le labbra vaginali, così da favorire la lubrificazione esterna dell’apparato genitale, ma lo si può lasciar scivolare lievemente all’interno nel caso in cui dovesse risultare d’ostacolo al rapporto.

Può essere inserito anche diverso tempo prima del rapporto (fino a 8 ore prima) e se utilizzato correttamente è efficace quanto gli altri metodi contraccettivi e non presenta effetti collaterali conosciuti o rischi. Inoltre, rispetto a quello maschile, garantisce una maggiore sensibilità all’uomo durante il rapporto.

Dove si compra e quanto costa

In Italia, purtroppo, non è ancora facilmente reperibile, ma è acquistabile online negli e-commerce farmaceutici o presso i sexyshop. Il prezzo è elevato, intorno agli 8 euro.

Perché usare il preservativo femminile

Il Femidom rappresenta un modo in più per la donna di gestire in prima persona la propria sessualità e la propria protezione

Come riportato sul sito della LILA: Il Femidom ti consente di non chiedere all’uomo di indossare il profilattico e quindi sei tu a decidere di usare le protezioni senza dover dipendere dal tuo patner. Per motivi biologici, socioeconomici o culturali, le donne sono da 3 a 8 volte più vulnerabili degli uomini all’HIV.

Cosa fare se si rompe il preservativo

Nessun contraccettivo a barriera, che sia ormonale o impiantabile, assicura una totale protezione da gravidanze indesiderate e malattie sessualmente trasmissibili. Tuttavia il preservativo femminile è considerato un valido strumento di prevenzione, ma come ogni metodo contraccettivo, se mal utilizzato può comportare dei rischi. Se ad esempio l’errata introduzione del Femidom dovesse causarne la rottura, la protezione sarebbe al quel punto nulla. Indeterminate circostanze, è necessario consultarsi con il medico per ulteriori accertamenti e analisi del caso.

LILA: Opinioni sul Femidom

Sul sito della LILA, alla sezione dedicata proprio al Femidon, si possono leggere i pareri delle donne che ne hanno fatto uso, nonché ulteriori istruzioni su come inserirlo, etc.

Autore

Pharmawizard 292 posts

Pharmawizard è il servizio digitale gratuito - app e desktop - che risolve il problema della ricerca di informazioni affidabili sui farmaci. Con Pharmawizard è possibile avere sempre a portata di mano la soluzione intelligente per gestire al meglio i propri farmaci e tutelare la propria salute.

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You might also like