Proteggiamoci, le nuove frontiere della contraccezione

Proteggiamoci, le nuove frontiere della contraccezione

Sebbene possa sembrare un argomento noioso e conosciuto, la contraccezione è un ambito in continua evoluzione. Scopriamo insieme quali contraccettivi conosciamo e quali invece, giungono nuovi alle nostre orecchie.

Preservativo

Forse il metodo più diffuso, vanta una doppia azione, infatti protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili e dalle gravidanze indesiderate.

Pillola, cerotto ed anello

Sono metodi che utilizzano ormoni di sintesi per bloccare la naturale fertilità. Esistono in diverse forme, concentrazioni e contenuti ormonali. Non proteggono da malattie ed infezioni ma hanno un buon indice di sicurezza se correttamente utilizzati.

Iniezioni ed impianti transcutanei

Hanno un’azione sovrapponibile ai precedenti, ma vantano un più facile utilizzo una volta inserito o eseguita l’iniezione. Di contro non sono ancora molto conosciuti pertanto risulta difficile farne richiesta.

Spirale-IUD

Più utilizzata nel passato e consigliata alle donne che hanno già affrontato una o più gravidanze. Anche per questo metodo è necessario rivolgersi al proprio ginecologo ma ha una lunga durata.

Creme spermicide e diaframma

Uniscono la protezione di barriera a quella chimica. Per questi metodi è sempre consigliato l’utilizzo combinato.

Metodi naturali: riuniscono un insieme di azioni e comportamenti che presuppongono un’attenta conoscenza del ciclo mestruale femminile. Negli ultimi anni si sono diffusi degli apparecchi che possono essere d’aiuto tramite la misurazione della concentrazione ormonale nelle urine della donna, da seguire attentamente giorno per giorno.

E la pillola del giorno dopo?

Si tratta di una contraccezione di emergenza, da assumere solo in caso in cui qualcosa non sia andato per il verso giusto. È però importante diffondere la notizia per cui, dall’8 maggio 2015, è possibile accedere a questo tipo di contraccezione senza bisogno di ricetta medica per le ragazze maggiorenni. La legge 105 autorizza ad acquistare “Ellaone” o “Escapelle”.

Questo non significa che bisogna sentirsi autorizzati a non prendere più alcuna precauzione, anzi, ricordiamo che è molto importante avere una doppia protezione, anche riguardo le malattie sessualmente trasmissibili ed infezioni, tra cui l’ormai conosciuto HPV.

Scrivi a Selvaggia: perrone.ostetricia@gmail.com

Autore

Selvaggia Perrone 5 posts

Sono un’Ostetrica Libero professionista, appassionata ed impegnata nell’assistenza dei parti a domicilio e di tutte le donne che ho la fortuna di accogliere nel mio studio privato. Mi sono laureata con Lode all’Università degli Studi di Parma nel 2012 e lavoro in Valle d’Aosta con importanti collaborazioni per la zona del nord del Piemonte. Mi interesso di medicina antroposofica come supporto per la naturalità della gravidanza e dell’evento nascita, ma faccio affidamento ad analisi del genoma prenatali nel caso in cui risulti necessario. Scrivo per la rubrica di benessere sul settimanale della mia regione (Gazzetta Matin) e per qui sul blog di Pharmawizard.

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You might also like