Quando si deve prendere la pillola del giorno dopo?

Quando si deve prendere la pillola del giorno dopo?

La pillola del giorno dopo sia nella sua formulazione più efficace a base di Ulipristal Acetato (nome commerciale ellaOne) sia nella sua formulazione a base di Levonorgestrel (nome commerciale Norlevo o Escapelle) è un farmaco d’emergenza che deve essere usato solo occasionalmente, quando si pensa che il proprio contraccettivo non abbia funzionato correttamente. Ad esempio quando:

  • il preservativo è stato indossato a rapporto già iniziato
  • il preservativo si è rotto o si è sfilato durante il rapporto
  • non è stato usato alcun contraccettivo, come nel caso del coito interrotto
  • abbiamo scordato di assumere la pillola
  • si sono verificati degli episodi di diarrea o vomito dopo l’assunzione
  • abbiamo scordato di rimettere il cerotto o l’anello dopo la pausa di sospensione
  • ci siamo accorti che il cerotto si è staccato ma non sappiamo quanto
  • abbiamo assunto dei farmaci che possono compromettere l’efficacia della pillola, il cerotto o l’anello contraccettivo
  • abbiamo sbagliato il calcolo dei giorni fertili

Per essere massimamente efficace, la pillola del giorno dopo va assunta il prima possibile dopo il rapporto che si pensa possa essere a rischio di una gravidanza indesiderata, possibilmente entro 12/24 ore.

 

E’ importante sapere che la pillola del giorno dopo più efficace (quella a base di Ulipristal Acetato) può essere assunta entro 5 giorni dal rapporto (e infatti è detta anche “pillola dei 5 giorni dopo”), mentre la vecchia formulazione (quella a base di Levonorgestrel) può essere assunta solo fino a 3 giorni dopo. La formulazione più efficace, infatti, è in grado di bloccare l’ovulazione fino a 5 giorni (120 ore), in tal modo gli spermatozoi, che possono vivere fino a 5 giorni all’interno dei genitali femminili, perdono di efficacia, la formulazione tradizionale, invece può spostare l’ovulazione solo di 3 giorni.

In qualche caso con l’assunzione della pillola del giorno dopo, la mestruazione successiva può tardare di qualche giorno. Tuttavia se il ritardo supera i 5 giorni è bene consultare il proprio medico: la pillola del giorno dopo, infatti, non è sempre in grado di evitare una gravidanza indesiderata, soprattutto se non è stata assunta tempestivamente.

Maria Luisa Barbarulo

Autore

VediamociChiara 48 posts

VediamociChiara è il blog dedicato alle donne che vogliono saperene di più sulla salute propria e di tutta la famiglia. I temi trattati sono vari: contraccezione, età fertile, perimenopausa, cure per l’infertilità, pillola del giorno dopo, nutraceutici, farmaci di nuova generazione, terapie per la cura dell’acne o della sindrome dell’ovaio policistico, iniziative benefiche come la Race for the Cure di Komen Italia.

Lascia il tuo commento

You might also like