Resistenza agli antibiotici: si combatte con un cerotto

Resistenza agli antibiotici: si combatte con un cerotto

Oggi il tema della resistenza agli antibiotici è considerato come una delle maggiori minacce della salute mondiale. Per questo gli scienziati hanno ideato un metodo per poter somministrare una cura calibrata all’effettivo rischio di un’infezione: si tratta di un cerotto.

Il problema degli antibiotici

Da tempo è noto il fenomeno della cosiddetta antibiotico-resistenzai batteri si evolvono rapidamente e, in questo processo, acquisiscono nuove informazioni per superare le barriere antibiotiche create per contrastarli. L’utilizzo inappropriato degli antibiotici – cioè l’assunzione di qualità e di quantità non adeguate al trattamento di un’infezione – non fa altro che accelerare questo processo.

Attualmente per i medici è molto difficile individuare in tempi rapidi la presenza o meno di un’infezione e la sua entità, soprattutto quando si parla di ferite. Per questo, quando ad esempio si somministrano ad un bambino degli antibiotici per “aiutare” il suo sistema immunitario (ancora debole) a reagire ad un’infezione, si rischia di ottenere un risultato inverso a quello desiderato: batteri sempre più “intelligenti” e sempre più difficili da combattere.

La soluzione? Un cerotto!

Per questo gli scienziati dell’Università di Bath, in collaborazione con la fondazione Healing di Bristol, l’Università di Brighton hanno sviluppato un prototipo di “cerotto” che, applicato sulla pelle, avverte se un’infezione è in corso e anche di quale entità.

Un risultato pazzesco se si pensa che il cerotto è in grado di agire in una manciata di minuti, cioè molto meno dei metodi attuali utilizzati per verificare l’insorgere di un’infezione.

Il dott. Toby Jenkins, diretto responsabile del progetto spiega che il cerotto è composto principalmente da una sostanza fluorescente che viene rilasciata da alcune “nanocapsule” attivate del contatto con dei batteri specifici. Il cerotto assomiglia ad un comune blister per pastiglie. Al contatto con un determinato batterio la relativa “capsula” si accende e rilascia il colorante fluorescente.

Grazie le informazioni che il cerotto è in grado di fornire, i medici possono valutare in poco tempo se e come intervenire con un’adeguata cura antibiotica.

Attendi agli antibiotici

La Resistenza agli antibiotici è un tema di fondamentale importanza, non solo per gli scienziati, ma per l’intera società. Tanti dei problemi legati a questo fenomeno nascono da un’automedicazione sconsiderata: molte persone prendono antibiotici senza consultare il proprio medico, in maniera scorretta e spesso senza alcuna motivazione medica. Per questo Pharmawizard consiglia di utilizzare sempre il proprio servizio, consultare il foglietto illustrativo di un antibiotico (Es: Amoxicillina, Ampicillina, Bacampicillina) per verificare quali sono le controindicazioni e le raccomandazioni sull’utilizzo di un antibiotico. Ma, soprattutto, dopo aver consultato Pharmawizard, è importate rivolgersi al proprio medico, in ogni caso.

 

Autore

Pharmawizard 286 posts

Pharmawizard è il servizio digitale gratuito - app e desktop - che risolve il problema della ricerca di informazioni affidabili sui farmaci. Con Pharmawizard è possibile avere sempre a portata di mano la soluzione intelligente per gestire al meglio i propri farmaci e tutelare la propria salute.

You might also like