Salute di genere: un nuovo approccio metodologico

Salute di genere: un nuovo approccio metodologico

In passato gli studi effettuati in campo medico hanno quasi sempre avuto come riferimento il genere maschile, ritenendo che uomini e donne fossero essenzialmente uguali. Non si teneva conto delle considerevoli differenze che contraddistinguono i due generi e purtroppo è stato quello femminile a essere stato meno osservato. Si riteneva, per lo più , che la donna, fosse come un uomo piccolo, per cui ci si limitava, semmai, a ridurre i quantitativi di farmaci, piuttosto che studiare una terapia ad hoc.

Donne e uomini, infatti, non sono uguali, non solo per motivi biologici, ma anche per fattori ambientali, sociali, culturali e per stili di vita. Questi elementi sono importanti e devono esser tenuti in considerazione, tanto quanto gli aspetti clinici, in quanto, contribuiscono a definire, con modalità e intensità infinitamente diverse, lo stato di salute di ciascun individuo, uomo o donna che sia.

Una stessa malattia, infatti, può non manifestarsi, con gli stessi sintomi e le stesse conseguenze nell’uomo e nella donna, non dare la stessa risposta a una terapia farmacologica e può colpire un genere o l’altro in differenti fasce di età.
Tra l’altro la donna vive almeno 5 anni più di un uomo, ma si ammala più spesso e consuma più farmaci.

L’incidenza di alcune patologie prima prettamente maschili, oggi presenta un impatto rilevante anche sulla salute delle donne, ad esempio, l’infarto, considerata una malattia prevalentemente maschile, in realtà costituisce la principale causa di mortalità nella donna, che peraltro lo manifesta in maniera completamente diversa. Il Parkinson colpisce più frequentemente gli uomini, mentre l’Alzheimer, colpisce soprattutto le donne.

Sulle basi di queste premesse si è andata sviluppando negli ultimi anni la medicina di genere, il cui obiettivo è volto a studiare e approfondire le diversità tra uomo e donna e ad offrire, attraverso un metodo “personalizzato”, le migliori forme diagnostiche, terapeutiche e soprattutto preventive.

Silvia Taurelli

 

Autore

VediamociChiara 48 posts

VediamociChiara è il blog dedicato alle donne che vogliono saperene di più sulla salute propria e di tutta la famiglia. I temi trattati sono vari: contraccezione, età fertile, perimenopausa, cure per l’infertilità, pillola del giorno dopo, nutraceutici, farmaci di nuova generazione, terapie per la cura dell’acne o della sindrome dell’ovaio policistico, iniziative benefiche come la Race for the Cure di Komen Italia.

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You might also like