Sangue a pagamento: dalla “donazione” alla “transazione”?

Sangue a pagamento: dalla “donazione” alla “transazione”?

Il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, ha da pochi giorni firmato un decreto interministeriale che sancisce una retribuzione per i donatori di sangue. In realtà la retribuzione non è diretta al donatore, ma va a copertura delle spese sostenute dal datore di lavoro per il giorno di permesso retribuito concesso al lavoratore.

Il provvedimento va nella direzione di promuovere la “donazione”, e migliorare le disponibilità delle riserve di sangue utilizzate a scopo trasfusionale. La firma sul decreto è ancora “fresca”, pertanto maggiori dettagli su quali saranno le modalità con cui queste “transazioni” verranno regolamentate saranno specificate nei futuri provvedimenti attuativi. Per il momento ciò è certo è lo stanziamento di risorse. Per la campagna

Sangue a pagamento? Non proprio

In realtà come accennato, il decreto va ad integrare la legge 219 del 2005, che già consentiva ad un lavoratore di prendere un giorno di permesso retribuito per effettuare la donazione. Con la nuova legge è il servizio sanitario nazionale a farsi carico della retribuzione per la giornata di lavoro. Nel decreto di recente firma sono stati stanziati 406 mila euro.

La donazione è un atto importante

Molti hanno interpretato il decreto come una sorta di autorizzazione a”commercializzare” il sangue. Non si tratta assolutamente di una mercificazione. Il valore della donazione rimane intatto, ma, stando ai dati, circa l’80% dei donatori non ricorre al permesso retribuito per effettuare la propria donazione. Ciò significa che la maggioranza dei donatori sfrutta altre giornate per compiere quest’azione, importante e virtuosa, magari per evitare di complicare i rapporti con il proprio datore di lavoro. In questo quadro l’iniziativa risulta essere molto importante e lontana da qualsiasi ipotesi di speculazione individuale.

Iscriviti alla newsletter di Pharmawizard per rimanere sempre informato su tutto ciò che conta nel mondo della salute.

 

Autore

Pharmawizard 288 posts

Pharmawizard è il servizio digitale gratuito - app e desktop - che risolve il problema della ricerca di informazioni affidabili sui farmaci. Con Pharmawizard è possibile avere sempre a portata di mano la soluzione intelligente per gestire al meglio i propri farmaci e tutelare la propria salute.

You might also like