Le interazioni che non ti aspetti: farmaci e sole

Le interazioni che non ti aspetti: farmaci e sole

Quando a giugno ci sentiamo sui blocchi di partenza dell’estate, pochissime persone pensano che in Australia “giugno” è sinonimo di inverno. È un fatto astronomico arcinoto eppure spesso lo ignoriamo. Allo stesso modo molte persone, quando cominciano a pensare al mare, al sole, alla spiaggia, alla tintarella ecc., ignorano (o dimenticano) che l’esposizione ai raggi solari può interagire con alcune tipologie di farmaci.

Non si tratta solo di creme o gel ad uso cutaneo: spesso, infatti, anche molti farmaci assunti per via orale possono aver interazioni, anche violente, se assunti in concomitanza con l’esposizione al sole.

Farmaci e sole

L’interazione tra raggi solari e medicinali è una di quelle tipiche situazioni in cui delle innocue abitudini – come quella di prendere un po’ di sole in estate –  possono rivelarsi anche molto dannose per la nostra salute.

Alcuni farmaci, infatti, vengono detti fotosensibili quando reagiscono con l’esposizione ai raggi ultravioletti. Le reazioni di fotosensibilizzazione in genere avvengono a livello cutaneo e si presentano come eritemi, edemi, arrossamenti  – con possibile comparsa di vesciche -, orticaria e prurito.

Consapevolezza, come sempre, è la parola chiave quando si parla di farmaci.

In questo post troverete una breve lista di medicinali di uso comune che insospettabilmente potrebbero causare reazioni di “fotosensibilizzazione” e sabotare i vostri “lucertoleschi” piani di abbronzatura.

  1. Antibiotici

Orticaria, irritazioni e macchie rosse sono i sintomi – del tutto equiparabili ad una reazione allergica – che potrebbero verificarsi a causa dell’assunzione antibiotici sulfamidici,  chinolonici,  cicline o amoxicillina nei periodi di esposizione al sole. Se durante l’estate si segue un trattamento antibiotico, il consiglio migliore  è quello di starsene un po’ di più all’ombra.

  1. FANS

Diversi farmaci anti infiammatori non steroidei (FANS) possono innescare un processo di fotosensibilizzazione. In particolare, l’esposizione ai raggi solari andrebbe quanto più possibile evitata se si stanno assumendo farmaci contenenti ketoprofene. L’interazione sole-ketoprofene è un evento atteso riportato nei foglietti illustrativi che può causare dermatiti anche molto forti, a cui possono seguire eczemi o lesioni della cute. In particolare evitare qualsiasi esposizione, anche se di breve durata, se si stanno utilizzando cerotti antinfiammatori che contengono ketoprofene.

  1. Farmaci per l’ipertensione arteriosa e malattie cardiovascolari

Oltre alla fotosensibilizzazione, il caldo può provocare un abbassamento di pressione. Le persone che, a causa di un’ipertensione arteriosa o di malattie cardiovascolari, assumono ACE inibitori, diuretici, sartani, calcio antagonisti, beta bloccanti o bloccanti dei recettori alfa adrenergici, dovrebbero prestare qualche attenzione in più. In ogni caso, mai sospendere né modificare il proprio piano terapeutico e consultare il proprio medico per rimodulare, laddove possibile, la terapia.

  1. Cortisone

Coloro che assumono farmaci  cortisonici, devono soppesare con attenzione, e sempre dopo aver consultato il proprio medico, la scelta di esporsi al sole, perché anche questa classe di medicinali possono a fenomeni di fotosensibilizzazione.

  1. Creme o gel

Non solo le creme cortisoniche ma in generale tutti i farmaci che si presentano come creme o gel , anche se possono apparire innocue, vanno utilizzate verificando con attenzione possibili interazioni con l’esposizione al sole. Verificare sempre se sul foglietto illustrativo si elencano possibili interazioni con i raggi solari. In particolare,  bisogna fare molta attenzione ad utilizzare creme o gel non adatte all’uso oftalmico vicino agli occhi: la sudorazione dovuta all’esposizione solare potrebbe farle entrare in contatto con gli occhi causando forti irritazioni.

Non avete portato al mare con voi il foglietto illustrativo perché la scatola non entrava nella valigia? Il sole vi rende così pigri che non avete nemmeno voglia di cercare il bugiardino? Nessun problema: basta avere con voi il vostro smartphone e consultare Pharmawizard.

Buon sole a tutti.

Pharmanow

Autore

Pharmawizard 292 posts

Pharmawizard è il servizio digitale gratuito - app e desktop - che risolve il problema della ricerca di informazioni affidabili sui farmaci. Con Pharmawizard è possibile avere sempre a portata di mano la soluzione intelligente per gestire al meglio i propri farmaci e tutelare la propria salute.

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You might also like