World AIDS Day

World AIDS Day

world aids dayHIV in Italia

Sono stati resi disponibili dal Centro operativo Aids dell’Istituto superiore di sanità (Iss) i dati relativi all’infezione da virus HIV in Italia. Nel nostro paese, le diagnosi da contagio nel 2013 sono state 3.806.

In aumento i contagi tra maschi italiani che fanno sesso con altri maschi, che corrispondono alla metà delle nuove diagnosi. L’età media maschile è di 39 anni, quella femminile è di 36. Stabile è invece il numero dei casi di AIDS, che nel 2013 sono stati 1.016.

Come diffuso dal Ministero della Salute

Le persone che hanno scoperto di essere HIV positive nel 2013 sono maschi nel 72,2% dei casi. L’incidenza più alta è stata osservata tra le persone di 25-29 anni (15,6 nuovi casi ogni 100.000 residenti). Nel 2013, la maggioranza delle nuove diagnosi di HIV è attribuibile a rapporti sessuali non protetti, che costituiscono l’83,9% di tutte le segnalazioni (maschi eterosessuali 26,00% e femmine eterosessuali 18,5% MSM 39,4%). Nel 2013, il 24% delle persone diagnosticate come HIV positive è di nazionalità straniera.

I dati sul contagio tra stranieri residenti nel nostro Paese risulta concentrato particolarmente nelle regioni: Lazio, Campania, Sicilia e Sardegna; per gli italiani si parla sempre di Lazio, seguito da Lombardia e Piemonte, mentre l’incidenza più bassa è stata osservata in Calabria.

I nuovi casi di infezione da HIV in Italia sono in leggero aumento in Piemonte, Toscana, Abruzzo e Calabria. In diminuzione invece le diagnosi di HIV nelle regioni di Valle d’Aosta, Liguria, Lombardia, Trento, Emilia-Romagna, Umbria, Marche e Sardegna.

Le cure e la differenza tra HIV e AIDS

La sieroconversione (il passaggio da sieronegatività a sieropositività) non avviene sempre all’ingresso dell’agente infettante nell’organismo (contagio), può verificarsi anche a distanza di tempo. Motivo per  il quale, una persona che vive con l’HIV non necessariamente ha l’AIDS. L’evoluzione da sieropositività a AIDS è dovuta a un progressivo indebolimento del sistema immunitario e al conseguente ricorrere di infezioni opportunistiche.

I test e la ricerca sullo sviluppo del virus HIV hanno portato a un’importante evoluzione delle terapie. Fermo restando che non esiste ancora metodo migliore del profilattico per ridurre la trasmissione della malattia.

Una volta entrati in contatto con il virus, l’unica via a percorribile sono le terapie antiretrovirali. Tutt’oggi unica cura esistente per contenere l’evoluzione del virus HIV e lo sviluppo della Sindrome da Immunodeficienza Acquisita (l’acronimo di AIDS).

Il programma Nazioni Unite sull’AIDS, UNAIDS, ha calcolato che allo scorso giugno 13.6 milioni di persone sieropositive hanno avuto accesso ai trattamenti antiretrovirali salvavita. L’obiettivo posto da UNAIDS ad oggi è avere 15 milioni di persone in terapia entro il 2015.

Obiettivo finale è quello di colmare il divario e raggiungere il target 90-90-90 entro il 2020. Ossia garantire le cure al 90% delle persone con HIV, informare e rendere consapevoli il 90% delle persone sieropositive del proprio stato virale ed azzerare la carica virale per il 90% delle persone in terapia.

Eventi e iniziative in Italia

Se i dati ci dicono che ogni anno in Italia si registrano 4000 nuovi casi di sieropositività, per un totale di circa 150mila persone infette da HIV, significa che l’AIDS è una malattia che va ancora combattuta con tutti i mezzi disponibili.

Debellarla sarà possibile solo se si arriverà al 2030 con vaccini e terapie retrovirali ad hoc e con un preciso programma di educazione sessuale rivolto ai più giovani: dunque, informazione e sensibilizzazione all’uso del preservativo.

Sul sito della LILA, Lega Italiana per la Lotta all’AIDS, si può accedere a un fitto calendario di iniziative che dal 1 Dicembre coinvolgeranno diverse città italiane al fine di promuovere la prevenzione.

Autore

Pharmawizard 286 posts

Pharmawizard è il servizio digitale gratuito - app e desktop - che risolve il problema della ricerca di informazioni affidabili sui farmaci. Con Pharmawizard è possibile avere sempre a portata di mano la soluzione intelligente per gestire al meglio i propri farmaci e tutelare la propria salute.

1 Comment

Lascia il tuo commento

You might also like